Di seguito la poesia seconda classificata nella sezione letteraria del concorso “Carlo Carli” 2020. L’autrice è Letizia Degli Angeli, studentessa del Liceo Scientifico Righi

PAPAVERI ROSSI 

Anna guardava il cielo,

le candide nuvole giocavano insieme

correvano veloci,

e lei le seguiva

con il suo esile dito.

 

Solo un vetro la separava dal blu

un velo per il suo cuore

che volava lontano

e il suo sguardo, il suo sorriso illuminavano

la penombra della stanza,

il dolore del presente era ormai un ricordo lontano.

 

Sul comodino due papaveri rossi,

a portarli era stata la mamma

era ormai tradizione al termine di

ogni trasfusione;

rosso, un fiore semplice, il suo preferito

ogni volta le fioriva lo sguardo;

due, perché uno si sarebbe sentito solo

due, perché uno era per lei e

uno per l’anonimità preziosa

dall’altra parte del tubicino,

irraggiungibile ma così vicina

ormai parte di lei.

 

Un intreccio di cuori, vite, speranze

un’unione che salva

un dono di vita,

essenza di umanità.

Mentre si inebriava del loro profumo

una luce le infondeva calore nel petto

e cellula dopo cellula

si sentiva rinascere,

era così forte quel legame

pregnante, intenso

quel due era diventato un uno

e non era magia,

no, era un gesto concreto

dagli effetti straordinari.

 

Lacrime di gioia le scorrevano sul vis cominciava a capire che

solo mano nella mano si arriva lontano solo insieme si è capaci di valicare

l’invalicabile

e lei voleva vivere

così ardentemente,

le era stato fatto un dono

ce l’avrebbe messa tutta,

era la sua promessa.

 

Letizia Degli Angeli

Liceo Scientifico Augusto Righi