Lunedì 14 giugno si celebra la Giornata mondiale del donatore di sangue e – dopo il rinvio degli eventi 2020 causa Covid – l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha confermato l’Italia come Paese ospitante dell’evento globale. Il claim scelto per la campagna 2021 è “Give blood and keep the world beating”.

Il programma di iniziative avrà inizio sabato 12 giugno con un webinar incentrato sul grande apporto dei plasmaderivati nella cura di numerose malattie rare. L’evento è organizzato da AVIS Nazionale in collaborazione con l’Unità di Malattie Rare e Genetica Medica dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, e potrà essere seguito sui canali social di AVIS.

Potranno essere seguiti in streaming (sul sito https://www.wbdd2021.com) anche gli appuntamenti successivi, organizzati da OMS, Ministero della Salute, CNS e CIVIS per lunedì 14 e martedì 15 giugno:

  • l’evento istituzionale con la partecipazione delle autorità italiane e dei vertici dell’OMS e degli altri enti promotori (ore 15 del 14 giugno);
  • il Concerto per il World Blood Donor Day 2021, che si terrà a partire dalle ore 21 del 14 giugno dall’Auditorium di Roma, dove un gruppo di artisti, guidato dalla cantautrice indonesiana Anggun, darà vita a una serata di canzoni e danza;
  • il simposio scientifico del 15 giugno (dalle ore 10,30).

Inoltre, durante l’Angelus di domenica 13 alle ore 12, Sua Santità Papa Francesco rivolgerà un saluto benedicente a tutti i donatori del mondo. Si potrà seguire in tv grazie alla diretta su Rai 1.