“Donare sangue è molto più facile”: è chiaro e diretto il messaggio scelto da Avis Cesena come filo conduttore del nuovo progetto rivolto ai ragazzi delle scuole per sensibilizzarli sui temi della donazione e della solidarietà.

L’iniziativa prevede interventi specifici in tutti i cicli scolastici, dalle elementari alle superiori. A inaugurare il programma di attività sono stati gli studenti del Versari – Macrelli. Sabato scorso tre classi dell’istituto professionale hanno visitato la Casa del Donatore di Case Missiroli dove hanno partecipato a un incontro con il presidente di Avis Gualtiero Giunchi e i donatori Jury Maru e Andrea Torri. Con loro si è parlato di raccolta del sangue, dell’importanza di garantirne il fabbisogno, della molla che spinge a mettere a disposizione degli altri una parte di sé. Nei prossimi giorni un altro gruppo di studenti del Macrelli parteciperà a un incontro analogo.

Poi, però toccherà ai ragazzi mettersi al lavoro: dovranno, infatti, elaborare una loro proposta fotografica partendo proprio dal messaggio “Donare sangue è molto più facile” e sulla base dei loro elaborati dovranno sviluppare un progetto di sensibilizzazione sui temi del dono, della solidarietà, della cittadinanza attiva.

Anche per i ragazzi delle medie il punto di partenza sarà l’incontro con i volontari Avis,che e in questo caso diventerà lo spunto per elaborare un loro personale approfondimento multidisciplinare sul tema del dono e della solidarietà.

Infine, ai bambini delle primarie si chiederà di creare disegni dedicati all’importanza del dono del sangue. Questi disegni diventeranno poi cartoline che gli scolari spediranno – e per molti di loro sarà un’esperienza nuova – indirizzandole ai loro genitori.

“E’ vero che c’è un’età minima per poter diventare donatori, ma non è mai troppo presto per parlare di questi temi – spiega il presidente di Avis Gualtiero Giunchi – ecco perché siamo felici di essere riusciti a coinvolgere ragazzi di tutte le età”.

“”Il nostro istituto – segnala dal canto suo il professor Valerio Bruno del Versari – Macrelli – ha aderito con entusiasmo all’iniziativa organizzata dall’Avis Cesena. Da sempre il Versari-Macrelli è attento alle tematiche sociali e avere l’opportunità di offrire ai nostri ragazzi una occasione di riflettere sull’importanza della donazione e contemporaneamente di mettere alla prova la loro creatività, ci riempie di orgoglio. Ringraziamo di cuore i dipendenti dell’Avis e i collaboratori esterni, per aver messo a nostra disposizione la loro competenza e passione”.